Mete alternative: una vacanza nella mia città

Tutti conoscono Torino, molti conoscono le Langhe, ma quanti conoscono Bra? È la città dove ogni due anni si svolge Cheese, manifestazione internazionale dedicata al formaggio. Qui fu ideata la ricetta della salsiccia di Bra: per concessione di un Regio Decreto del 1847, i macellai braidesi furono gli unici ad ottenere l’autorizzazione a produrla con carne bovina. Nonostante tutto, Bra è ancora poco nota, anche se ogni tanto tra le strade del centro storico si vedono alcuni forestieri con il naso all’insù e la reflex al collo.

Ma perché scegliere per una vacanza proprio la città in cui sono nata e in cui vivo? È una meta alternativa rispetto ad altre destinazioni più note: qui si può passeggiare in tranquillità tra i palazzi storici, lontano dalla pazza folla delle grandi città prese d’assalto dai turisti. Si può gustare un gelato per rinfrescarsi e fare la spesa in una delle botteghe che da sempre vendono formaggi, salumi e vini. Ma ci sono tanti altri buoni motivi per visitare Bra.

Cheese Bra.jpg

Le creature misteriose

Come da tradizione nella maggior parte delle piccole città di campagna, anche da queste parti abbondano le storie di fantasmi. La più nota – e la più misteriosa – è quella della Zizzola. Un edificio costruito in cima a una collina tranquilla, sul quale però circolano tante leggende.

Zizzola

C’è chi sostiene che si trattasse di una “ville delle delizie” voluta da un signorotto locale che amava intrattenersi in compagnia di donne di facili costumi. L’ipotesi più accreditata è quella di cui scrisse anche Giovanni Arpino, secondo cui la Zizzola era un punto di scambio per i contrabbandieri di carne che attraversavano i boschi da Bra verso Pocapaglia. Alle storie dei commerci illegali si intrecciano quelle delle streghe e delle altre creature demoniache che nel corso dei secoli sarebbero state avvistate tra le colline.

Il mercatino delle pulci

Ogni anno, il 25 aprile, più di cento espositori allestiscono le loro bancarelle lungo le vie del centro: un mercato dell’usato che raduna collezionisti, antiquari e trovarobe. Non riesco mai a resistere alla tentazione di comprare qualcosa, come una stampa di Parigi due anni fa, e un set di tazze smaltate lo scorso aprile.

Mercato antiquariato Bra.jpg

Anche se non si ha intenzione di acquistare nulla, è comunque piacevole passeggiare tra abiti vintage, mobili di altri tempi e mezzi di trasporto datati.

Il cibo e i locali

Se a Bra è nato il movimento Slow Food quasi quarant’anni fa un motivo c’è: questa è la città ideale per chi ama il cibo. È una fortuna per me essere nata qui, perché ho la certezza di mangiare bene nella maggior parte dei ristoranti, e di comprare cibo di qualità in quasi tutti i negozi.

Non mancano i locali dove mangiare: dai più classici, dove provare i piatti della gastronomia piemontese, ai più innovativi, come L’Alfieri, dove tra le altre cose preparano un lobster roll degno della migliore tradizione americana.

Le montagne non troppo lontane

Per chi ama la montagna, Bra è la scelta perfetta: in un’ora di macchina è possibile raggiungere per esempio le valli Gesso e Stura, dove fare lunghe camminate tra paesaggi splendidi. Con un minimo di allenamento e soprattutto con l’attrezzatura giusta, si possono affrontare diversi percorsi non troppo impegnativi.

Laghi Sant Anna Vinadio.jpg

Tra i miei preferiti c’è la camminata che da San Giacomo di Entracque porta al Rifugio Ellena-Soria, a quota 1.400 metri. Un po’ più impegnativo è il giro ad anello dei laghi di Sant’Anna, in Valle Stura. Chi non se la sentisse di affrontare il percorso fino al lago Lausfer Soprano, può fermarsi al Santuario di Sant’Anna, che detiene un primato importante: situato a 2.000 sul livello del mare, è il santuario più alto d’Europa.

Informazioni pratiche

L’aeroporto più vicino è quello di Torino Caselle, facilmente raggiungibile in un’ora. Gli scali milanesi di Malpensa e Linate sono meno comodi ma da tenere comunque in considerazione. Su momondo si trovano offerte da tutta Italia e dai principali scali europei.
Prendere una macchina a noleggio è fondamentale per il trasferimento dall’aeroporto, ma anche per potersi spostare in zona, soprattutto da Bra verso i paesi limitrofi di Langa e Roero.

Trattandosi di una piccola città di provincia, gli alberghi non sono molti. Parecchi B&B sono stati aperti nel corso degli ultimi anni nelle frazioni circostanti: strutture accoglienti a gestione famigliare, perfette per trascorrere qualche giorno nella campagna piemontese. Ci sono anche alcuni alberghi nel centro storico, che secondo me sono un’ottima scelta per chi vuole sentirsi braidese per qualche giorno. Sul sito di momondo si possono trovare stanze in entrambi i tipi di struttura.

Siete mai stati a Bra o avete intenzione di visitarla? Fatemi sapere in un commento se avete bisogno di altri consigli.

@momondo #owtravelers #admomondo

26 pensieri riguardo “Mete alternative: una vacanza nella mia città

  1. Caspita e allora sei fortunata eccome se anche nei supermercati puoi acquistare la qualità! 😀 Da noi la tendenza generale ormai è quella di riempirsi la bocca di “eccellenze” “DOP” “IGP” ecc ecc ma spendiamo soldi per autentica robaccia 😦 Altro che visitarla, se Bra fosse più vicina verrei tutte le settimane a farci la spesa 😉 E poi ti invidio tantissimo la vicinanza con i monti! Ricordo del locale l’Alfieri e ricordo anche che ci parlasti del Ciabot della strega e della Zizzola! 😉
    Buona domenica Silvia ❤

    Piace a 1 persona

    1. Da noi a parte la salsiccia e il formaggio di Bra di cose riconosciute con DOP, IGP ecc non c’è molto, però c’è la qualità che alla fine è la cosa che conta di più.
      La vicinanza alle montagne è una cosa che mi piace tantissimo perché per esempio ieri che qui faceva caldissimo in poco più di un’ora sono arrivata al fresco.
      Buon inizio di settimana 😘

      "Mi piace"

      1. Credo che se abitassi dalle tue parti sarei una balena perché non smetterei mai di mangiare. Solo la foto di quei formaggi mi ha fatto venire l’acquolina, per non parlare del lobster roll… Aah!! 😋 Mi piacerebbe tantissimo visitare le tue zone, Torino, Cuneo, Bra, le Langhe e il Roero… Secondo te quanti giorni servirebbero per ciascuna località? Sempre interessanti i tuoi articoli Silvia 😘

        Piace a 1 persona

  2. Il buon cibo e i sentieri mi hanno già convinta! 🙂 Sai che sono una fiera sostenitrice dei tesori sotto casa, che troppo spesso ci dimentichiamo di apprezzare o visitare perché ci facciamo catturare dal fascino di un viaggio in una meta lontana. Alternare le mete nella nostra “bucket list” a quelle inaspettate, magari a pochi chilometri da dove viviamo, può regalare bellissime sorprese!

    Piace a 1 persona

  3. Io quest’anno passerò proprio qualche giorno di vacanza nella mia città natale. O dovrei dire paese. Torno lì, dove non vivo da quasi 20 anni perché ho bisogno di sentirmi a casa, anche guardando fuori dalla finestra.

    Piace a 1 persona

  4. Non c’è migliore spiega,ione di un luogo di quella di chi ci abita, e con le tante attrattive di Bra hai avuto gioco facile. Al solo nome di Bra mo si squaglia in bocca la salsiccia o uno dei tanti meravigliosi formaggi. Donna fortunata…

    Piace a 1 persona

  5. Quando ho letto Brà mi sono incuriosita subito. Da piccola, mi ci portavano per andare a trovare degli amici di famiglia e ricordo passeggiate nel verde e l’odore di cioccolato misto a nocciola credo per la fabbrica della Ferrero. Ignoravo però l’esistenza di un mercatino delle pulci così fornito e quindi o poi tornerò anche per provare a percorrere qualche sentiero, grazie 🙂

    Piace a 1 persona

  6. Ho conosciuto recentemente il Piemonte con Torino, Cuneo e Mondovì e me ne sono innamorata: quindi sfondi una porta aperta parlando di Bra. Le Langhe le ho attrevarsate una mattina piovosa per ritornare a casa e non abbiamo avuto tempo (e il meteo giusto: solo nuvoloni e pioggia) per fermarci. Ma ogni paese da queste parti deve essere bello perdersi e partecipare ai vari eventi!

    La mia estate di quest’anno? Tante gite fuori porta: ho deciso che devo esplorare di più la mia zona!

    Piace a 1 persona

    1. Bra è una città molto sottovalutata anche per la vicinanza di Alba, molto più nota e molto più “fighetta” per via della fiera internazionale del tartufo. Bra è più piccola e, secondo me, più genuina.
      Le gite fuori porta sono ottime: io mi sto dando da fare per l’autunno 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...