Come (provare a) chiedere il rimborso per un viaggio annullato

In queste ultime settimane ci siamo ritrovati più o meno tutti nella stessa situazione, costretti a dover annullare una prenotazione o a fare i conti con voli cancellati. In qualsiasi caso, dobbiamo metterci l’anima in pace e rassegnarci all’idea che, almeno nell’immediato futuro, non potremo andare da nessuna parte. Ormai ho superato la fase della negazione, per approdare a quella della mesta accettazione dei fatti.

Cosa fare dunque in questo periodo deprimente? Provare a chiedere un rimborso per un viaggio annullato può essere un modo per impegnare almeno qualche ora. E anche se siamo d’accordo sul fatto che i soldi non siano tutto, in questo momento di profonda incertezza lavorativa ed economica mi sento di dire che anche un piccolo rimborso per un volo cancellato può essere un aiuto. Se non altro psicologico, perché nel mio caso ho deciso di non spendere quei soldi ora, ma di tenerli da parte come fondo da reinvestire in un viaggio futuro.
Ma andiamo con ordine, provando a capire come smontare un viaggio già organizzato (e in alcuni casi già pagato), un pezzo alla volta, partendo dalla mia esperienza molto personale e che dunque non ha la pretesa di essere esauriente.

Come richiedere il rimborso per un volo annullato

Verso la fine di marzo ho ricevuto la prima email di Ryan Air, in cui mi veniva comunicato che vista l’emergenza sanitaria, avrei potuto cambiare le date dei voli Bergamo-Belfast e Dublino-Bergamo senza dover pagare alcuna penale. Non è per pessimismo cosmico, ma mi sono posta il problema di quando finirà tutto questo. E se sposto i voli, diciamo, a settembre, e per allora non sarà ancora consentito spostarsi liberamente? Potrò ancora chiedere un rimborso o spostarli un’altra volta? Alla fine ho deciso di aspettare, fino a quando un paio di settimane fa ho ricevuto il temutissimo sms di Ryan Air che mi invitava a controllare la comunicazione relativa ai voli nella mia area riservata del sito.

Cancelled flight

Ho cliccato su “richiedi rimborso”, compilando tutti i campi necessari. Se anche voi dovete procedere con la richiesta e non lo avete ancora fatto, accertatevi di selezionare tutti i passeggeri presenti sulla prenotazione, spuntando le caselle relative al vostro nome e a quello della persona che viaggia con voi. Tenete a portata di mano il numero del volo e il codice della compagnia aerea, che nel caso di Ryan Air è appunto FR.

REfund request

Al termine della procedura, comparirà un messaggio di conferma da salvare, in cui si informa che la pratica verrà presa in carico entro venti giorni. Ora non mi resta che aspettare.

Un grosso punto interrogativo riguarda invece il volo per Bucarest prenotato con Blue Air. Al momento il loro sito fornisce informazioni poco chiare con link a pagine inesistenti. Il nostro volo è previsto per maggio, per cui spero che prima di allora la compagnia decida di dare informazioni più comprensibili. Se avete esperienze con Blue Air fatemi sapere come procedere.
In qualsiasi caso, il mio consiglio è di aspettare che il volo venga cancellato per poi chiedere il rimborso anziché spostare le date.

Come richiedere il rimborso per l’albergo

Nel caso in cui non abbiate ancora pagato, la procedura è semplicissima, sia che abbiate prenotato direttamente tramite il sito dell’hotel sia attraverso un portale di prenotazioni alberghiere. L’importante è leggere attentamente la cancellation policy in modo da annullare la prenotazione prima di incorrere in qualche penale. Nel caso del Sarroglia Hotel di Bucarest, che avevo prenotato direttamente tramite il loro sito, ho seguito il link fornito nella email di conferma, facendo la cancellazione immediata. Ho poi provveduto a informare il personale dell’albergo tramite email, che mi ha riposto ringraziandomi e ricordandomi che l’imoprtante è “stay home and stay safe”.

Le cose sono andate bene anche con l’albergo che avevo prenotato a Dublino e che avevo già pagato. Tramite il loro sito avevo trovato una tariffa non rimborsabile con pagamento anticipato, ma ho provato comunque a contattarli via email spiegando che il volo era stato cancellato.

Sono stati davvero molto gentili e molto comprensivi, cancellando la prenotazione e rimborsandomi l’intera cifra nel giro di pochi giorni. Un gesto non dovuto da parte del Kelly’s Hotel, che sicuramente sceglierò di nuovo quando si potrà tornare a viaggiare.

L’ennesima delusione arriva invece da Booking, con il quale ho avuto poche esperienze e tutte negative. Questa volta non è andata diversamente. Non ricordo nemmeno più per quale motivo, ma ho ceduto alla tentazione prenotando la camera a Belfast tramite il portale, per di più pagando in anticipo. Un paio di settimane fa, tramite l’area riservata, ho richiesto la cancellazione della stanza, scrivendo nelle note che il viaggio ovviamente era stato annullato e i voli cancellati. Il sistema mi ha inviato una mail in cui mi informava che i loro esperti si stavano impegnando a “trovare la migliore soluzione possibile” e che sarei stata ricontattata entro 48 ore. Ora sono passati quindici giorni e non ho risolto nulla: l’albergo sostiene di non aver ancora ricevuto i soldi da Booking, mentre secondo quest’ultimo, l’albergo non avrebbe ancora inviato l’autorizzazione al rimborso. A questo punto ci rinuncio.
AGGIORNAMENTO del 18 aprile: l’albergo ha appena provveduto a rimborsarmi l’intera cifra sul mio account PayPal.

Come richiedere il rimborso per un’escursione

Fortunatamente non avevo ancora prenotato nulla, né a Belfast, dove stavo valutando se fare il tour dei murals a piedi o in taxi, né a Bucarest per vedere il castello di Bran. Avevo cercando varie opzioni online e contattato alcune agenzie locali, ma fortunatamente non c’era ancora nulla di prenotato né di pagato. In ogni caso, mi sono domandata come fare nel caso di escursioni o ingressi a musei e attrazioni già prenotati. Per esempio, mi sono sempre trovata molto bene con Musement, così ho consultato la loro home page.

Innanzitutto, forniscono una lista molto completa con l’elenco dei paesi in cui operano e con restrizioni, chiusure e quant’altro. Dopodiché garantiscono ai clienti un rimborso totale nei casi di prenotazioni cancellate.

Se avete altri esempi relativi a cancellazioni o richieste di rimborso, raccontatemi la vostra esperienza o condividete i vostri consigli in un commento in modo da rendere questo post più completo.

Cover photo by Erik Odiin on Unsplash

55 pensieri riguardo “Come (provare a) chiedere il rimborso per un viaggio annullato

  1. Articolo utilissimo in questo periodo (ahimè) di annullamenti forzati. Io ho dovuto rinunciare ad una vacanza a Copenaghen, mi ero appoggiata ad un’agenzia visto che il prezzo differiva di pochi euro da quanto avrei speso fai da te. È stato un caso (in Europa di solito opto solo per il fai da te), ma anche una fortuna perché mi hanno riprotetta su un voucher che utilizzerò quando possibile. Mi è capitato di leggere esperienze che si sono rivelate una vera Odissea per ottenere un rimborso!

    Piace a 1 persona

    1. Pensa che io invece non scelgo mai la tariffa con pagamento anticipato per gli alberghi, invece per qualche motivo per l’Irlanda avevo scelto proprio questa opzione!
      Per fortuna che hai ottenuto un voucher: l’importante è non rimetterci e avere la tranquillità di poter usare quei soldi in futuro per un altro viaggio.

      "Mi piace"

  2. Che tristezza dover cancellare e smontare (mi è piaciuto molto il termine!) un viaggio già preparato… ma così è “ubi maior..minus cessat” dicevano i latini e non possiamo che arrenderci alla forza maggiore. Ti consiglio di insistere con booking, io l’ho fatto in un’altra occasione e forse per sfininimento alla fine mi hanno rimborsato

    Piace a 1 persona

    1. Proprio questa mattina ho ricevuto una mail da Booking in cui mi dicevano qualcosa del tipo: “Ehi, preparati per il tuo prossimo viaggio!” Veramente ho la tentazione di lasciar perdere, se non per il fatto che a questo punto diventa una questione di principio per cui mi sa che domani mi attacco di nuovo al telefono…

      "Mi piace"

  3. Io ho solo un volo per Londra a settembre (nei piani c’era la zona del Devon salendo fino a Cambridge) ma mi tocca aspettare per capire cosa fare. Tra l’altro, il mio volo, è stato anche acquistato con un buono regalo da 50€ e credo proprio che, se il volo fosse cancellato, non mi rimborseranno anche il buono. Vedrò più in là, questa situazione è difficile proprio perché tutto molto indefinito 🤷

    Piace a 1 persona

    1. Io non credo riuscirò a ottenere il rimborso da Blue Air perché l’unico modo è attaccarsi al telefono ma i costi per chiamare il call center sono veramente elevati: alla fine mi costerebbe più la telefonata del volo!
      Mi dispiace per i tuoi viaggi, almeno ti facessero un voucher da riutilizzare…

      "Mi piace"

  4. Sono anch’io nella schiera di coloro che dovranno provare ad ottenere rimborsi, ma in modo un po’ complicato perchè avevo prenotato voli per un viaggio a Parigi insieme ai nostri amici Bielorussi. Noi saremmo partiti da Milano, loro da Kiev. Ci saremmo trovati là a Parigi e, dopo un weekend lungo nel ponte de 2 giugno, loro sarebbero venuti per un po’ da noi in Italia, per poi ripartire per Minsk. Fai un po’ tu il conto di quante compagnie devo contattare, per quante persone, e … soprattutto con che tristezza devo convivere: non solo rinunciare a rivedere una delle città più belle al mondo, non solo rinunciare a rivedere persone che per me sono come di famiglia, ma anche rinunciare ad esaudire il sogno di una persona, il mio regalo per il suo 30esimo compleanno: portare lei e tutta la famiglia nella città dell’amore!
    Quindi…….io sono ancora un pochino nella fase della negazione… che si sta trasformando in fase di rabbia furiosa! 😦

    Piace a 1 persona

    1. Eh lo immagino, soprattutto perché se si tratta solo di noi stessi in un certo senso è più semplice accettare, ma quando ci sono di mezzo altre persone a cui teniamo diventa tutto più difficile.
      Non voglio pensare male perché poi in questo periodo mi sembra ancora peggio, però mi sono chiesta spesso fino a che punto certe compagnie aeree e certi portali di prenotazioni alberghiere si stiano comportando in maniera onesta. Capisco il carico di lavoro, capisco le richieste, però proprio far finta di niente e dare informazioni confuse e discordanti…
      Mi dispiace molto per il vostro viaggio e spero che riuscirai a ottenere dei rimborsi o dei buoni da poter riutilizzare 🤞🏼

      "Mi piace"

  5. Mannaggia mannaggia, il guaio è che non avremo certezze ancora per un bel po’. Anche se sbloccano la situazione in Italia, all’estero non succederà ovunque contemporaneamente. Ho sentito di Paesi che vogliono introdurre la quarantena per i passeggeri in ingresso, certo… io vengo per visitare la tua capitale per un we e tu mi blocchi 15gg in una struttura nelle prossimità dell’aeroporto! Io ho spostato i voli dei viaggi che ho dovuto cancellare a settembre e fine ottobre. L’ho fatto quando ancora non avevano bloccato tutto e forse sono stata avventata: se avessi aspettato il blocco totale avrei potuto chiedere un rimborso. Per la camera d’albergo invece niente da fare, l’ho pagata in anticipo come te e non c’è stato verso di ottenere un rimborso. Intanto non capisco questa politica di alcuni governi di riaprire tutto a breve, così rischiamo una ricaduta e addio sacrifici di noi tutti 😦
    Mi sento un brutto mostro egoista ma spero di ritornare a volare presto 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Per esempio la Romania prima di cancellare i voli (cancellarli ma senza spiegare come ottenere un rimborso) aveva imposto la quarantena obbligatoria per tutti: a quel punto anche se non cancellassero i voli, chi mai si vorrebbe chiudere in qualche albergo per 15 giorni senza mettere il naso fuori?
      L’albergo lo avevi prenotato anche tu con Booking? Perché nel mio caso, l’hotel che avevo prenotato direttamente tramite il sito mi ha rimborsata praticamente subito, mentre con Booking ho l’impressione che mi stiano un po’ prendendo in giro…
      In tanti pensano che sia egoismo, ma secondo me è un modo come un altro per cercare di farsela passare un po’!

      Piace a 1 persona

      1. Si anche io con Booking, per risparmiare una trentina di euro avevo prenotato in modalità “paga ora, non rimborsabile”. Ho chiamato il servizio assistenza, in verità sono stati gentili, si sono presi la briga di mettersi loro in contatto con l’hotel esponendo il problema, ma com’era prevedibile la struttura non ha accettato di rimborsare… 😦

        Piace a 1 persona

        1. Silvia telefona direttamente al servizio clienti, esegui il login su Booking e nella sezione contatti c’è il numero di telefono per l’assistenza diretta. Tieni a portata di mano il numero prenotazione e il PIN. Fai un tentativo, speriamo che a voce ti diano qualche spiegazione in più 🙂

          Piace a 1 persona

  6. Utilissimo post! Stavamo per scriverne uno nostro, invece abbiamo pensato di condividere il tuo sulla nostra pagina facebook – così da poter dare una mano a chi magari si trova in una situazione poco piacevole e non sa che fare!

    Piace a 1 persona

  7. Io con Ryanair ho avuto in realtà “fortuna”. Il mio volo per Cracovia a giugno è stato rischedulato con più di due ore di variazione orario sia all’andata che al ritorno. Questo mi ha garantito la possibilità di richiedere il rimborso, con una procedura davvero semplicissima. Ora attendo i soldi, ma credo ci vorrà un po’.

    Piace a 1 persona

    1. La procedura di Ryan Air per fortuna è abbastanza semplice e credo che a questo punto si tratti solo di aspettare.
      Con Blue Air invece non so proprio come muovermi perché la pagina dei voli cancellati non esiste e il call center costa un occhio della testa. A questo punto mi sa che lascerò perdere…

      "Mi piace"

  8. Articolo per me utile perchè sto aspettando un rimborso per un volo i USA purtroppo saltato per i motivi che tutti immaginano. So bene che le agenzie in questo momento stanno vivendo momenti complessi e quindi non ho più fatto solleciti… ma a dire il vero, gasp, un volo in USA sono un bel po’ di soldi, e prima o poi li vorrei riavere.

    Piace a 1 persona

    1. Nemmeno io ho fatto altri solleciti a Ryan Air perché la richiesta è stata registrata, quindi aspetto. Ma con Booking è davvero un inferno: li contatti, ti dicono di aspettare 48 ore e poi ti scrivono dicendo che gli dispiace, ma non c’è niente che possano fare. E il film ricomincia.
      Mi dispiace per il tuo volo anche perché immagino che la spesa non sia stata proprio indifferente!

      "Mi piace"

  9. Oddio mi dispiace per l’esperienza negativa con Booking 😦 Io l’ho sempre usato molto ma sempre prenotando con pochissimo anticipo, a volte anche per la sera stessa, quindi non ho mai provato a cancellare come hai dovuto fare tu. Solo una volta ho cancellato una cosa già pagata il giorno prima e mi hanno pure ridato i soldi inattesi. Ma forse con anticipo è meglio evitare. Torneremo a viaggiare!!

    Piace a 1 persona

  10. Hai fornito davvero consigli utili e informazioni dettagliate. In questo periodo credo siamo tutti sulla setssa barca.
    Io non ho cancellato il volo di maggio per il matrimonio, làho invece spostato a settembre per quando abbiamo rinviato la data, sperando di non doverlo fare una seconda volta.
    Mentre per Booking.com, non so per quale fortuito caso, non avevamo ancora pagato l’hotel a Favignana e quindi abbiamo potuto cancellare la prenotazione senza nessuna multa. Però so di alcuni amici che hanno avuto il tuo stesso problema. Gli hotel sono anche propensi a rimborsare una parte o persino l’intera quota ma come hai specificato tu, è proprio il portale il problema. Spero risolvano in qualche modo o vedranno molte persone non utilizzare più i loro servizi dopo la fine della pandemia.

    Piace a 2 people

    1. E’ vero, il matrimonio! Ricordo che l’organizzazione a distanza non è stata semplicissima, per cui immagino che rinviare tutto non sia proprio un scherzo. Incrocio le dita per voi!
      Penso anche io che il problema sia di Booking, anche perché nel frattempo una persona che lavora all’hotel mi ha risposto dicendomi che lavora da casa e che vede cosa può fare.

      "Mi piace"

      1. Grazie, Silvia ❤
        Guarda io ho lavorato in due hotel e tuttora una mia amica ci lavora. Mi spiegava che pur volendo rimborsare i clienti, sono impossibilitati a farlo proprio perchè questi soldi non appartengono realmente a loro ma a Booking.com per il momento. La politica del portale è davvero impassibile e difficilmente fanno un rimborso a meno che non ci sia di mezzo un lutto o una situazione di emergenza grave. Ma visto che la cosidetta emergenza grave ha colpito tutti adesso, loro hanno paura di perdere troppi soldi. Spero trovino una soluzione. Anche fornire dei voucher per la cifra già spesa a questo punto, così da non perdere propriamente i soldi ma almeno poterli reinvestire. In tal caso non ci perderebbero loro e neanche il cliente in un certo senso.

        Piace a 2 people

        1. Sì infatti è quello che mi ha spiegato la ragazza dell’hotel: i soldi non li hanno loro al momento. Dall’altra parte però Booking sostiene il contrario, ma a questo punto tendo a credere di più all’hotel, visto le esperienze negative che ho avuto con Booking! Comunque forse l’hotel riuscirà a farmi avere un buono alla riapertura – vedremo!

          Piace a 1 persona

  11. Io invece sono vittima di una doppia beffa: non solo mi trovo alle prese con un rimborso volo da richiedere, ma il viaggio non era nemmeno per me: era per mia suocera! Se poi ti dico che a febbraio mi è venuta pure la geniale idea di regalare a mia mamma un soggiorno a Venezia per il cui rimborso ora sto combattendo…non puoi immaginare il mio stato d’animo! 😉

    Piace a 1 persona

    1. Ah, che gioia! Io con Blue Air sono vicina alla rassegnazione. Ieri ho provato a chiamare il call center e la voce registrata mi ha detto che “non ho credito sufficiente per chiamare”: e cosa vorrà mai dire? Poi ho di nuovo inviato un’email, alla quale ovviamente nessuno ha risposto… Immagino la tua frustrazione!

      "Mi piace"

  12. Personalmente ho chiesto il rimborso per diversi voli Ryanair / Pegasus e fin’ora il rimborso è sempre arrivato. Sono però ancora in attesa con Easy jet, che dovrebbe provvedere al riaccredito tra una ventina di giorni. Il problema più grande al momento c’è l’ho invece con il volo Intercontinentale KLM di agosto: al momento non è ancora stato cancellato e in ogni caso non penso si parlerà di rimborso, ma solo di voucher, per quella che non è una piccola cifra. Va beh… Vedremo…

    Piace a 1 persona

    1. Nel frattempo quello di Ryan Air è arrivato anche a me, anzi a dire la verità sotto forma di voucher da spendere entro i prossimi dodici mesi (e speriamo di riuscirci).
      Non sei la prima che ha avuto questo problema con KLM, e sicuramente in questi casi di cifre alte sarebbe molto meglio il rimborso…

      "Mi piace"

  13. […] Quando senti un trattore nel campo dietro casa e il rumore ti ricorda quello di un aereo che decolla, allora capisci di soffrire di astinenza da viaggio. Sono trascorsi undici lunghissimi mesi da quando sono salita su un aereo l’ultima volta. Stavo contando i giorni che mi avrebbero separata dal prossimo, attesissimo volo, ma poi ho smesso, perché per l’ennesima volta anche il viaggio che speravo di fare a dicembre è stato annullato.  […]

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.