Dove fare shopping a New York

Un viaggio dedicato allo shopping è una cosa frivola? Forse sì, ma l’idea non mi dispiace per niente. L’ho fatto in passato, a Parigi e a Zurigo, quindi perché non a New York? Ci sono stata tante volte e non mi dispiacerebbe in un prossimo viaggio approfondire questo aspetto. Anche perché un oggetto comprato in un posto che amiamo ci accompagnerà nel tempo e ci permetterà di tornare con la mente a quella vacanza e alle strade di quella città.

Dove vorrei fare shopping a New York? Si tratta in un paio di casi di negozi dove sono stata diverse volte, mentre altri sono nella mia lista per la prossima volta che tornerò in città (e nel frattempo faccio un po’ di window shopping attraverso lo schermo del computer).

Dove fare shopping a New York: RE/DONE

Un brand di Los Angeles che purtroppo non ha un negozio fisico ma vende online e distribuisce a New York da Nordstrom. Non amo i grandi magazzini, ma per comprare un paio di jeans RE/DONE sono pronta a fare un’eccezione. Innanzitutto perché si tratta essenzialmente di Levi’s vintage che vengono smontati e ricostruiti per creare un paio di jeans nuovi.

Inoltre, l’approccio di RE/DONE permette di riciclare un capo usato che normalmente verrebbe gettato via. Viene data una nuova vita a qualcosa di vecchio, contribuendo così alla moda circolare. A Manhattan si possono trovare da Nordstrom sia nel West Village che sulla 57a strada.

Dove fare shopping a New York: Sabah Shoes

Sono molto monotona quando si tratta di abbigliamento, e possiedo capi praticamente tutti uguali, con variazioni soltanto di colore (che comunque cambia davvero poco). Per esempio, per la maggior parte dell’anno porto delle scarpe di una marca che ho scoperto proprio in occasione di un viaggio a New York anni fa. Le Sabah vengono realizzare in due modelli, ma in diversi colori. Io sono una fan sfegatata del modello classico, quello slip-on, che possiedo in diverse tonalità (più di quante ne abbia davvero bisogno).

Le scarpe Sabah sono disegnate nell’East Village e realizzate e mano in un laboratorio in Turchia. Sono morbidissime e comodissime, e adatte per ogni occasione. Durante l’ultimo viaggio a New York, sono stata di persona nel Sabah Studio, il negozio dell’East Village che tra l’altro è una tappa imperdibile per chi ama il design. Più che in un negozio, sembra di entrare nell’atelier di un artista: un palazzo di mattoni rossi con le scale antincendio che scendono dal tetto fino al livello della strada.

Dove fare shopping a New York: Credo Beauty

Non sono un’esperta di cosmetici e in effetti ne uso pochissimi, che per me sono essenziali: idratante, struccante, trucco per occhi, fondotinta e rossetto. Per cui, se siete alla ricerca di consigli beauty veri e propri, vi consiglio di leggere gli articoli della sezione apposita del blog Lost Wanderer: Rainbowsplash per me è la guru del make up. Anche grazie alle sue dritte sto cercando di comprare cosmetici buoni, puliti e giusti e, cercando su Google, ho scoperto questo brand di New York. Credo Beauty realizza prodotti che definisce puliti, ovvero che non contengono nessuno dei quasi tremila ingredienti usati nella maggior parte dei cosmetici ma che molte case non usano perché si tratta di materie prime non sicure o non sostenibili.

Non ho ancora avuto occasione di acquistare i loro prodotti, che vanno dal make up alle creme idratanti ai profumi, ma ho intenzione di fare tappa nel loro negozio di Manhattan, non lontano dalla Bowery.

Dove fare shopping a New York: Moscot

Si possono avere troppi occhiali da vista? Secondo me no. Per chi li porta sempre, diventano non solo un elemento essenziale senza il quale si avrebbero notevoli difficoltà, ma anche un oggetto da abbinare al resto dell’abbigliamento. Queste sono le scuse che mi racconto ogni volta che vedo un nuovo paio di occhiali Moscot. Da qualche anno ormai ho smesso di comprare occhiali da vista di altre marche, diventando una fanatica di questo brand nato nel Lower East Side nel lontano 1899.

Una tradizione famigliare portata avanti da ormai cinque generazioni, che realizza occhiali un po’ da nerd ma che a me piacciono tanto: montature grosse, colori scuri, forme tradizionali. Finora ho sempre comprato i loro occhiali in un negozio della mia città, ma non mi dispiacerebbe per niente fare un acquisto nel laboratorio storico di New York.

Cibo: Murray’s Cheese

Nella lista dello shopping a Manhattan non può mancare una sezione dedicata al cibo. Ho scoperto Murray’s Cheese, nel Greenwich Village, durante il mio primo viaggio a New York, grazie a una collega che lo aveva descritto come il cheese lovers’ paradise. E non si sbagliava. Un negozio dedicato interamente ai formaggi, che vengono selezionati da tutti gli Stati Uniti e venduti nel negozio (e ora anche online).

L’unico svantaggio è che gli acquisti fatti da Murray’s Cheese purtroppo durano poco e non si possono portare a casa, ma ne vale la pena. Da quanto sono stata a New York l’ultima volta, hanno aperto due ristoranti: il Murray’s Mac & Cheese e il Murray’s Cheese Bar. Due tappe segnate tra i posti da provare per il prossimo viaggio.

Conoscete altri posti in cui fare shopping a New York?

27 pensieri riguardo “Dove fare shopping a New York

  1. Un viaggio dedicato allo shopping a N.Y.? Parto subito! E mi fiondo innanzitutto a cercare un paio di jeans Re/DONE, bellissima iniziativa e poi i Levi’s sono il must del denim. Poi vado a Village e ci resto per tutto il pomeriggio ad assaggiare i formaggi, la mia passione

    Piace a 1 persona

  2. Adoro New York e alcune di queste realtà le conoscevo ma non tutte. Ricordo che mio fratello mi obbligò ad andare da Moscot prima di tornare in Italia e diluviava (unico giorno in tutto il viaggio). Con le valigie alla mano, non è stata un’impresa facile.

    Piace a 1 persona

  3. Credo che New York sia il regno dello shopping, quindi perchè no?
    Grazie dei consigli e delle dritte, sono tutti posti davvero carini e originali dove fare shopping!
    Bellissimi i jeans RE/DONE, non li conoscevo, sono fantastici!

    Piace a 1 persona

  4. Anche perché ai controlli un Murray’s potrebbe passare per una pericolosissima arma batteriologica 😛 Hai ragione, un capo o un accessorio acquistato in viaggio ci riporta alla mente quel luogo ogni volta che lo indossiamo. Non ho mai programmato un viaggio in funzione degli acquisti, ma mi piacerebbe tanto farlo: ho già pensato a come fare col problema del bagaglio a mano… parto da qui con capi, scarpe e accessori che magari avevo intenzione di buttare e ritorno con gli acquisti direttamente indossati 😉

    Piace a 1 persona

    1. Il bagaglio a mano è un bel problema perché se si tratta di Ryan Air o Wizz Air non riesci neanche a mettere un paio di calzini in più senza dover pagare per l’overweight! Però a New York mi è andata bene perché il bagaglio a mano di Alitalia era mooolto più grande del normale zainetto. Poi indossare tutto è anche un’ottima soluzione 😂

      "Mi piace"

  5. Malgrado io sia dedita allo shopping in modo ossessivo compulsivo, mi accorgo di non aver comprato nulla durante le mie due visite a New York, intenta com’ero a scoprire una nuova città la prima volta e a ripararmi dal freddo la seconda. Sono molto interessanti i tuoi suggerimenti per uno shopping di qualità e rientrano nel mio stile e gusto. Questo vale anche per il formaggio! La prossima volta avrò tappe irrinunciabili e valigia semivuota da riempire di shopping.

    Piace a 1 persona

  6. Credo che a parte il formaggio, andrei alla ricerca di tutti gli altri prodotti elencati. L’idea di un paio di Jeans ricostruito da capo con pezzi Levi’s mi attira non poco per la qualità. Le scarpe se sono supercomode, non posso che provarle, poi amo molto il colore delle tue.
    Rainbow rimane anche la mia guru in fatto di makeup, ne sa sempre una e scopre nuovi brand che altrimenti non avrei mai sentito parlare.
    Gli occhiali però non so se si trovano anche qui, non avevo mai sentito il brand ma lo cercherò!

    Piace a 1 persona

  7. New York è perfetta per una vacanza di shopping, mi ricordo Sex & City vuoi mettere girare per le vie di New York con sacchetti pieni di acquisti! Alcuni prodotti poi davvero si trovano solo lì per cui prossima volta che torno a Nw York mi voglio scatenare anche io

    Piace a 1 persona

      1. Ho sempre sognato di fare shopping a New York in pieno stile Carrie Bradshaw con tacchi a spillo e carta di credito illimitata. Peccato che 1.non metta i tacchi a spillo 2. La mia carta è sempre in rosso 3. Quando viaggio sono vestita così male che non mi farebbero neanche entrare in certi negozi.
        Però è bello sognare….

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.