Food festivals da non perdere nel Regno Unito

Qualche giorno fa una delle newsletter dei vari enti del turismo ai quali sono iscritta mi ha informata dell’ennesima cancellazione di un evento che si sarebbe dovuto svolgere durante l’estate. In generale, le feste di paese e le sagre dedicate a un prodotto o a una tradizione gastronomica di un determinato posto mi ispirano parecchio. Se poi il posto in questione è una regione o un villaggio del Regno Unito, allora questi eventi diventano ancora più speciali.

Curiosando tra le pagine degli enti di promozione del territorio, ho scoperto che in questo paese ogni anno si svolgono tantissimi eventi particolari, tra cui diversi food festivals. Le edizioni del 2020 ovviamente sono state cancellate, ma da qui al prossimo anno di tempo ce n’è a sufficienza per iniziare a programmare la partecipazione agli eventi gastronomici del 2021 nel Regno Unito. 

Food festivals UK
Photo by Sebastian Sørensen from Pexels

Food festivals nel Regno Unito: Isle of Wigth Garlic Festival

Dal 1983 il villaggio di Newchurch, sull’isola di Wight, ospita ogni anno un festival interamente dedicato all’aglio. Durante il terzo weekend di agosto giovani e meno giovani si ritrovano tra gli stand per celebrare la pianta bulbosa coltivata sull’isola.

La location di per sé sarebbe già un ottimo motivo per scegliere di partecipare a questo evento, ma alla bellezza del posto si aggiungono i piatti cucinati da chef locali, la vendita di prodotti ricavati all’aglio, la musica dal vivo e anche l’elezione della miss dell’anno. Per quanto mi riguarda, non vorrei perdermi il gelato all’aglio.
Isle of Wight Garlic Festival: 21-22 agosto 2021

Food festivals nel Regno Unito: Cromer & Sheringham Lobster Festival

Sfida all’ultimo astice ogni anno a maggio tra Cromer e Sheringham, due città “rivali” della costa del Norfolk che si fronteggiano per tre giorni con lo scopo di vincere la competizione. Chef locali, pescatori e venditori di crostacei – per lo più astici e granchi – partecipano all’evento con le loro ricette e i loro prodotti. 

Crabs
Photo by John Lambeth from Pexels

Si inizia la prima sera con un concerto a cui assiste tutta la popolazione dei due villaggi, mentre il secondo giorno si trascorre passando da un banco all’altro e assaggiando il cibo che viene servito in attesa della corsa dei granchi. La sfida finale è quella di cucina: gli chef propongono le loro ricette e il vincitore viene annunciato il terzo giorno, dopo che la giuria ha assaggiato e valutato i piatti in gara. Cosa darei per essere tra i giudici!
Cromer & Sheringham Lobster Festival: maggio 2021

Food festivals nel Regno Unito: Wild Boar Week 

Un festival che dura una settimana intera, quello dedicato al cinghiale e organizzato ogni anno tra fine ottobre e inizio novembre nella città di Rye, nell’East Sussex. Anche in questo caso, la meta merita in sé un viaggio: un paesino vicino alla costa che ha conservato il fascino medievale nelle strade di ciottoli e nelle case a graticcio.

Rye East Sussex
Photo by Anne and David on Flickr

Cinghiali e maiali ma non solo: i ristoranti della zona, durante la settimana dell’evento, propongono menù a base di altri prodotti locali: fagiani, faraone, anatre. I prodotti tradizionali – insaccati, formaggi, birra, succhi di frutta, marmellate – vengono venduti dagli stand tra le vie della città, ma non ci si limita al cibo perché una parte importante della Wild Board Week è dedicata alla musica, all’arte e ai walking tours per scoprire la zona.
Wild Boar Week: data da definirsi

Food festivals nel Regno Unito: Whitstable Oyster Festival

Il Kent è ricco villaggi e paesini pittoreschi, e Whitstable è uno di questi. La cittadina lungo la costa, con il porticciolo che sembra uscito da un dipinto, ospita ogni anno a luglio l’Oyster Festival. L’ostrica è un elemento fondamentale dell’economia della zona, per cui gli abitanti del posto non potevano non dedicarle un evento.

Due giorni di festeggiamenti che includono ovviamente il cibo – tutto a base di ostriche – ma anche musica tradizionale, una sfilata in maschera, una gara a chi mangia più ostriche e una di aquiloni. Durante il weekend, le tradizioni legate alla raccolta delle ostriche si mescolano con il cibo dal mondo in vendita alle bancarelle sul porto.
Whitstable Oyster Festival: data da definirsi

Food festivals nel Regno Unito: Gloucestershire Cheese Rolling

Ho trascorso qualche giorno in Gloucestershire e ho visto la collina dove ogni anno sportivi un po’ bizzarri e provenienti da tutto il mondo si incontrano per far rotolare delle forme di formaggio. La collina si chiama Cooper’s Hill e il formaggio Double Gloucester. I “rotolatori” partono dalla cima della collina correndo dietro alla loro forma di formaggio fino al traguardo, a circa cinque chilometri di distanza. 

Cheese Bra

Alla fine, una forma di Double Gloucester per il vincitore e festeggiamenti per tutti, spettatori inclusi. Una tradizione bizzarra, ma con una storia antica che sembra risalire all’usanza pagana di far rotolare giù da una collina delle palle infuocate formate da sterpaglie e rami secchi per sbarazzarsi dell’inverno e per accogliere l’estate.
Non esiste un vero e proprio comitato organizzativo, ma un gruppo di gente del posto che ogni anno si occupa di mettere in piedi l’evento.
Gloucestershire Cheese Rolling: data da definirsi

Avete partecipato a questi o a eventi simili? Quale non vorreste perdervi?

Cover photo by bruno neurath-wilson on Unsplash

38 pensieri riguardo “Food festivals da non perdere nel Regno Unito

  1. Roba da organizzarci un tour itinerante della durata di diversi mesi! Del festival dell’aglio sapevo, come saprai mi è saltato il viaggio proprio sull’Isola di W. e avevo sentito di queste fattorie “aromatizzate” in cui si potevano acquistare prodotti tipici anche in periodi non festival. Anche io invidio quei giudici! 😛 Ti dirò, non impazzisco per le ostriche ma tra tutti mi piacerebbe quello di Whitstable, la foto con quei colori e quella birretta promettono tanta felicità! 😉

    Piace a 1 persona

  2. E così, saltellando da un festival all’altro, ridendo e scherzando (leggi: bevendo e mangiando!) si visita praticamente tutta l’Inghilterra…
    Ammetto di aver googlato tutti i luoghi che hai nominato, perchè di alcuni non ero certa dell’esatta posizione, e mi sono davvero fatta una scorpacciata di immagini di cottage in pietra e campagne verdi, che mi han fatto venire un groppo in gola…

    Piace a 1 persona

  3. A parte l’oyster festival non ne conoscevo nessun’altro di questi. Sarei curiosissima di quello sull’aglio. Venendo da una città dove abbiamo inventato la “pasta con l’aglio”, ci andrei a nozze con un festival simile.
    E aggiungo anche il Big Cheese a Caerphilly, simile a quello del Gloucestershire!

    Piace a 1 persona

  4. A parte la sagra del fior di latte di Agerola, in Campania, e qualche sagra della birra/paella/tapas, qui in Spagna, non ho partecipato a nessuna così bizzarra, però mi unisco volentieri a quella del formaggio rotolante! Ricordo di aver visto questa usanza in tv ma l’associavo alla Francia e invece no.

    Piace a 1 persona

  5. Non immaginavo che anche nel Regno Unito organizzassero sagre! Quella dell’aglio non mi ispira tanto, così come quella dell’astice e dell’ostrica (pur vivendo in una località di mare non sono molto amante di crostacei e affini). La sagra del formaggio “rotolante” mi attira, così come la foto della biretta!

    Piace a 1 persona

  6. Sono sempre molto incuriosita dalle sagre paesane e sulle loro origini. Sicuramente sono nate per festeggiare un evento o per propiziare pesca o raccolti. Ma la loro forza sta proprio nelle origini più che nel significato. Ripetere una tradizione ci da un senso di appartenenza e di seguito. Grande fascino.

    Piace a 1 persona

  7. I food festival nel Regno Unito sono una cosa eccezionale, così come la presenza di tanto cibo durante altre iniziative legate alla cultura. A me manca moltissimo poter partire e partecipare a qualcosa del genere.

    Piace a 1 persona

  8. Dovrò sicuramente esprimere le mie rimostranze all'(ex) British boyfriend per non avermi mai portata a uno di questi eventi e dovrò rimediare auto-organizzando un blogtour al formaggio! Ci ho messo più di un anno, ma ho scoperto che oltre al Cheddar c’è di piùùùùù (detto cantando ovviamente!!!)

    Piace a 1 persona

  9. Quanta bontà in questa guida. Mi alletta tantissimo il festival sui formaggi… Credo che valga la pena organizzare una visita proprio in funzione di questi eventi gastronomici.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.