#Cartolinedacasa: ripartiamo da città, borghi e quartieri

Non so quando né come si ricomincerà a viaggiare, e a dirla tutta penso che non farò più di un paio di giorni di ferie la prossima estate visto che non lavoro da quasi due mesi. Ma non importa: sono felice di tornare alla routine dell’ufficio ma anche alle seccature con qualche cliente. Sarà una quotidianità diversa da quella da cui siamo abituati, dove ci troveremo a fare i conti con un nuovo modo di uscire, di lavorare, di fare la spesa.

E di viaggiare. Per promuovere il ritorno alla normalità e rilanciare il turismo, la community delle Travel Blogger Italiane ha promosso un’iniziativa particolare, quella delle #cartolinedacasa. La partecipazione è semplice e aperta a tutti: basta caricare nelle stories di Instagram un selfie con una cartolina della nostra città o del nostro quartiere, inserendo l’hashtag #cartolinedacasa e il tag @travelbloggeritaliane.

Processed with VSCO with f2 preset

È un modo per promuovere i posti in cui viviamo, dalle città più grandi ai borghi meno noti, ma serve anche per rivalutare il territorio più vicino a casa. Io per prima, con un po’ di vergogna, mi rendo conto di avere spesso una conoscenza approssimativa dei borghi e delle città della mia provincia. Questa è l’occasione per rimediare!

La mia #cartolinadacasa

Vivo in provincia di Cuneo, in una città piemontese di circa trentamila abitanti. Non pensavo che esistessero delle cartoline e, anche se l’iniziativa prevede che possano essere disegnate, ero un po’ preoccupata perché le mie doti artistiche sono a dir poco limitate. Poi, durante il lockdown ho fatto un acquisto da un negozio che consegna a domicilio, e nel pacchetto c’era una bellissima sorpresa. Così ho scoperto che anche Bra ha la sua cartolina, realizzata dal concept store uRban.

Non potendo ancora andare al lavoro, ho cercato in questi giorni di limitare le uscite, così ho pensato, con la mia prima cartolina, di mostrare la vista dalla mia finestra nell’attesa di far vedere quello che la mia città ha da offrire.

#Cartolinedacasa: come arrivare a Bra

Si trova a un’ora di macchina dall’aeroporto di Torino Caselle, ma visto che probabilmente per un po’ sarà complicato spostarsi in aereo, immaginiamo di raggiungerla in treno o in auto. La stazione ferroviaria la collega a Porta Susa (facilmente raggiungibile da Asti, Milano, Firenze, Bologna, Roma e Venezia), ad altre città piemontesi e alla Liguria.

Mercatino antiquariato Bra

Per chi viaggia in macchina, il casello di Marene della Torino-Savona è a meno di cinque chilometri dal centro, il che fa di Bra la meta ideale anche per una gita da fare in giornata per chi si trova già in Piemonte.

#Cartolinedacasa: dove dormire a Bra

Al momento, le strutture ricettive sono ancora chiuse in ottemperanza ai decreti ministeriali, ma con un po’ di ottimismo i nostri B&B e alberghi torneranno ad accogliere i turisti per le prossime vacanze estive. Per ovvi motivi non ho mai passato la notte negli hotel della mia città, ma in più occasioni ho prenotato delle stanze per clienti o colleghi che hanno soggiornato qui.
Di recente, ho consigliato a una persona di prenotare una stanza a La Boqueria. Si tratta di un ristorante di cucina mediterranea, in pieno centro, dove provare piatti ispirati all’Italia, alla Spagna e al Marocco. Al piano superiore, la guesthouse ha tre camere con bagno privato, tutte affacciate sul bellissimo cortile interno.
Tra i vicoli del centro storico si trova L’Ombra della Collina, B&B a gestione familiare in un edificio risalente al XIX secolo. Cinque stanze, anche in questo caso con bagno privato, dove sembra di tornare indietro nel tempo. Durante la bella stagione, la colazione viene servita nel cortile di ciottoli, all’ombra delle piante.

A chi è abituato a un tipo di ospitalità più classica, consiglio l’Albergo Ascheri, situato a pochi minuti a piedi dalla stazione ferroviaria. Una struttura ricavata al di sopra delle cantine dove da generazioni viene prodotto e conservato il vino. Un hotel a quattro stelle, con un design moderno e utilizzo di materiali rurali e tradizionali. 

#Cartolinedacasa: dove fare shopping a Bra

Qualche cosa questa quarantena me l’ha insegnata. Innanzitutto l’importanza dei negozi di quartiere. Tanti esercizi commerciali di Bra, durante il lockdown, si sono attivati per le consegne a domicilio, nel rispetto delle norme di sicurezza. Concept store di abbigliamento e oggettistica – tra cui uRban, che ha realizzato la cartolina di Bra – ma non solo: gastronomie, negozi di ortofrutta, di alimentari, di vini, di libri. Queste attività ci hanno supportato durante un periodo buio per cui sarà importante non dimenticarcene quando la situazione tornerà alla normalità. Invece di comprare un’altra t-shirt sul sito di qualche megastore, rivolgiamoci piuttosto al negozio sotto casa.

Non servirà un elenco, perché Bra è una città piccola e basterà fare due passi nel centro storico per trovare tutto quello di cui si possa avere bisogno: la salumeria Pochettino, il negozio di spezie Sardo & Quaglia, la gastronomia da Piero, la Bottega delle Delizie per caramelle e specialty coffee, il Caffè Converso per gelati e pasticcini, i negozi di abbigliamento, le librerie. E le macellerie: questa è la città dell’omonima salsiccia e ogni macellaio fa parte del Consorzio di Tutela e Promozione della Salsiccia di Bra. Sicuramente dimentico qualche tappa importante dello shopping braidese, e spero che possa segnalarmelo chi capiterà da queste parti.

#Cartolinedacasa: dove mangiare a Bra

Non voglio dilungarmi sulla parte gastronomica perché a Bra è impossibile sbagliare da questo punto di vista. Per la cucina tradizionale con i prodotti dei presìdi Slow Food bisogna fare tappa al Boccon di Vino, mentre per servirsi dal carrello degli antipasti piemontesi occorre prenotare un tavolo da Casa Badellino. Stavo per fare un errore imperdonabile, dimenticando il bollito del Ristorante Battaglino!
Chi è invece alla ricerca di proposte più metropolitane, per così dire, allora deve provare il menù di Spazio Cibo, perfetto per gli amanti dell’hamburger.

Una tappa da non perdere per un aperitivo, ma anche per la cena e per fare la spesa è Local Bottega Alimentare: come dice il nome, il concetto è quello delle botteghe alimentari che si trovavano sia nei paesi di campagna che nei centri più grandi, e dove un tempo si potevano acquistare prodotti di produzione locale. Le cose in vendita al banco – salumi, formaggi, insalate, piatti pronti – vengono servite a pranzo o a cena in uno spazio informale e accogliente.
Per una pizza veloce, non mancano le pizzerie. Le opinioni sono contrastanti e ognuno ha i suoi gusti, per cui è impossibile sperare di ottenere da due braidesi una risposta univoca alla domanda sulla migliore pizza di Bra. La mia preferita è la margherita con mozzarella di bufala (seguita dalla pizza con salsiccia di Bra cruda) della Santa Lucia.

Vi ho convinti con la mia #cartolinadacasa? Vi aspetto a Bra: ne vale la pena, provare per credere.

43 pensieri riguardo “#Cartolinedacasa: ripartiamo da città, borghi e quartieri

  1. Ci hai convinti. Quando saremo ancora più “liberi” di così, una gitarella dalle tue parti la facciamo di sicuro!
    Una mia amica dell’università era di Dogliani, e ne parlava sempre benissimo… E’ abbastanza vicino a Bra, giusto?

    Piace a 2 people

  2. Beata te che vuoi tornare in ufficio…a me l’unica cosa che non mi è mancata in questa quarantena è proprio il lavoro 🤣🤣
    Grazie a questo stop ho avuto modo di riflettere e prendere delle decisioni importanti e quella più importante è allontanarmi dal mio lavoro…
    Bellissima ed interessante iniziativa questa delle cartoline da casa, ci farà scoprire tanti posti nascosti che vale la pena di visitare ❤

    Piace a 1 persona

    1. Mi hai convinta eccome, anche perché se non sbaglio si mangia una salsiccia particolare proprio a Bra, o ho detto una stupidaggine? Bellissima questa iniziativa, cercherò di partecipare anche se le mie doti artistiche lasciano a desiderare… 😂

      Piace a 2 people

  3. Non appena si potrà uscire dalla regione, abbiamo previsto un giro in moto proprio nella zona di Cuneo, una sosta a Bra a questo punto non me la leva nessuno. Mi sembra un posto davvero accogliente, grazie per le dritte su dove dormire e mangiare

    Piace a 1 persona

  4. Io mi ero convinta sin dall’inizio! 😉 Adoro questa iniziativa e adoro ancora di più il modo in cui tu sia riuscita ad utilizzare la cartolina per il tuo paese. Ti assicuro che è stata una delle mie #cartolinedacasa preferite!

    Piace a 1 persona

  5. E’ stato bello partecipare a questa iniziativa! 🙂 L’Italia, mai come in questo momento, ha bisogno di sostegno anche dal punto di vista turistico… che poi in fondo non è tanto difficile, vista la quantità di cose belle da vedere!

    Piace a 1 persona

  6. La tua città si lascerebbe amare all’istante, e non credo che sia l’effetto “è bella perché non la vedo da 3 mesi”, la trovo molto intima mi piace! Credevo fossi più vicina all’aeroporto di Torino!
    Silvia, praticamente questo post è un itinerario gastronomico già pronto …e poi suggerito da un’autorità nel settore 😉
    Bellissima questa iniziativa ma il selfie è un requisito imprescindibile? No perché con me passerebbe da “cartolina dalla mia città” a “cartolina dalla terza età” 😛

    Piace a 1 persona

    1. Macché, da qui raggiungere un aeroporto senza una macchina non è il massimo! Quello di Cuneo è molto più vicino ma partono pochissimi voli, ed è un gran peccato.
      Penso che possa bastare una foto della città con tanto di cartolina, anche perché ognuno “ha fatto fuoco con il legno che aveva” quindi direi che c’è molto spazio alla fantasia 🙂

      Piace a 1 persona

  7. Davvero bella la tua zona, sai che non la conoscevo affatto? Credo che noi Travel Blogger abbiamo proprio il compito, adesso più che mai, di far conoscere le nostre zone il più possibile con tutte le loro bellezze.

    Piace a 1 persona

  8. Conosco pochissimo il tuo territorio. A dire il vero conosco pochissimo il Piemonte ed è una mancanza che devo assolutamente colmare, visto che la Lombardia è davvero vicina. E’ una cosa inaccettabile perchè è una regione che ha davvero moltissimo da scoprire.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.