Dove dormire a Londra: The Park Grand Paddington Court

Come molte altre grandi città, Londra offre una scelta vastissima di posti in cui dormire, ma il problema è che si può arrivare a pagare una cifra molto alta per una stanza piccola e non troppo pulita. Come ho scritto nel post su cosa vedere a Londra in quattro giorni, spesso la qualità degli hotel di fascia media è piuttosto bassa. In poche parole, gli alberghi di un certo livello costano molto cari, e se si vuole risparmiare c’è il rischio di ritrovarsi in zona 4 o 5, essendo costretti a fare ogni giorno almeno 50 minuti di metropolitana per arrivare in centro.

Tube Tales7 by paulbence, on Flickr

Dopo anni di vacanze e viaggi di lavoro a Londra ho collezionato una serie di delusioni. In un hotel vicino a Hyde Park, ogni volta che qualcuno provava ad accendere il bollitore, tutte le camere rimanevano senza corrente. Oppure un B&B in zona King’s Cross, dove la Suite Panorama era un sottotetto al quinto piano senza ascensore, con un lucernaio che non si apriva dal quale c’era effettivamente una vista non da poco sui tetti circostanti: per il resto, la soffitta di Lovely Sara era meno triste. Ma dagli errori si impara, così ora mi concentro in una zona ben precisa di Londra, quella tra Paddington e Lancaster Gate, vicinissimo a Hyde Park, e prenoto una stanza in uno tra quattro hotel che già conosco e che non mi hanno mai deluso. Ogni volta confronto le tariffe di questi quattro alberghi, scegliendo quello che offre la camera migliore al prezzo più conveniente.

Lancaster Gate by MrTopf, on Flickr

Per l’ultimo viaggio ho prenotato al Park Grand London Paddington: da quando le nostre strade si sono incrociate per la prima volta cinque anni fa ha cambiato nome, gestione, personale. Però la certezza di una stanza abbastanza spaziosa, pulita e gradevole non è mai venuta meno. L’hotel si trova in Devonshire Terrace, una stradina residenziale a cinque minuti a piedi sia dalla stazione di Paddington che da quella di Lancaster Gate. Le vie circostanti si assomigliano un po’ tutte nella loro sobrietà: un susseguirsi di palazzi a tre o quattro piani di stucco bianco, con negozi in cui acquistare tutto quello può servire. C’è una farmacia; un fruttivendolo; un chioschetto dove rifornirsi di bottiglie d’acqua a inizio giornata; The Mitre, un pub frequentato dalla gente del quartiere, ottimo per una birra prima di uscire a cena; infine c’è il Royal Organic, uno dei locali in cui servono un ottimo espresso e di cui ho parlato qualche mese fa.

Le stanze sono suddivise tra due edifici uno di fronte all’altro: le standard sono sopra la reception, mentre le deluxe – o Club Rooms – sono nel palazzo dall’altro lato della strada. Prenoto sempre una camera standard, ma l’ultima volta ci è stato fatto un upgrade alla deluxe: eravamo in quattro per cui hanno voluto darci due camere vicine, che nell’edificio principale non erano disponibili. Lo stile delle Club Rooms è simile a quello delle altre stanze in cui ho soggiornato in passato, ma la differenza principale è nella metratura. Questa volta la nostra camera era grande quasi il doppio rispetto alle standard: c’era addirittura un angolo separato con un ampio armadio, una scrivania e un paio di poltrone. Avevamo anche un piccolo terrazzino, che non abbiamo però utilizzato. Il letto a due piazze (e non a una piazza e mezza, come capita spesso in Inghilterra) era comodissimo, con tre tipi diversi di cuscini tra cui scegliere. Il bagno era abbastanza spazioso, molto pulito e con tutti i confort necessari, dagli asciugamani, all’asciugacapelli, ai mignon di shampoo, bagnoschiuma e crema per le mani e per il corpo.

Hotel 04.jpg

La colazione viene servita nel ristorante dell’edificio principale, accanto alla palestra a disposizione degli ospiti gratuitamente. Noi abbiamo optato per una tariffa che non includeva la colazione poiché abbiamo preferito scegliere una serie di locali dalle parti di Notting Hill per il primo pasto della giornata, ma è comunque possibile decidere giorno per giorno se fare colazione in hotel, pagando un extra al momento del check-out.

Edward by HerryLawford, on Flickr

Il prezzo: 360 sterline a stanza per un totale di tre notti, prenotando un paio di mesi prima tramite Booking con possibilità di cancellare la prenotazione senza penali fino a 48 ore prima. Non è certo tra i più economici, ma dal mio punto di vista in questo caso il rapporto qualità-prezzo è davvero buono.

Avete dei consigli su altri posti dove dormire – o NON dormire – a Londra?

17 pensieri riguardo “Dove dormire a Londra: The Park Grand Paddington Court

  1. Quando trovi un hotel del cuore che coniughi qualità e prezzo è fatta! Oggi è come vincere un terno al lotto, considerando che, delle opinioni dei recensori, non sempre ci si possa fidare!
    Sembra proprio carino, gentilissimi a farvi l’upgrade.
    La soffitta di Lovely Sara!!! A giorni (anzi a ore) pubblico un post in stile amarcord sui “nostri” tempi 😉
    Un abbraccio! 🙂

    Liked by 2 people

  2. Quanto mi piaceva Lovely Sara!!! Cosa mi hai ricordato! Io soggiornai in zona Kensington in un pessimo alberghetto tre stelle, caro arrabbiato, dove ci hanno dato una camera minuscola con il letto ricavato da 4 puff cuciti tra loro, box doccia rotto e affaccio sulla strada, rumorosissima di giorno e di notte per il continuo passaggio di autobus a due piani. Ho provato a ricercarlo su TripAdvisor, ma mi sa che l’hanno chiuso (e meno male). Si chiamava Stuart o qualcosa del genere. L’avrei visto bene in una puntata di Alberghi da Incubo 😉

    Liked by 2 people

    1. Vero, Lovely Sara era tristissimo! Pensa che hanno fatto anche il film!
      Per fortuna che l’albergo in cui sei stata tu ha chiuso; invece quello del back out quando qualcuno accendeva il bollitore esiste ancora: ci sono passata davanti e ho avuto la tentazione di entrare e vedere se era ancora uguale…
      Grazie e ciao!

      Liked by 1 persona

  3. Ciao Silvia! Anch’io mi sono trovata molto bene al Grand Park Lancaster Gate, lo scorso anno. Avevo anche io una Club Room ma era comunque piccola, aveva però l’accesso ad una club Lounge, uno spuntino gratuito – con cui si poteva tranquillamente cenare – e altri vantaggi. Un altro albergo, questo molto bello, è il Crown Plaza London Battersea.
    Bentornata😘

    Liked by 1 persona

  4. Sono stata a Londra moltissime volte e per quanto io sia un tipo che si adatta a “tutto”, ammetto di aver riscontrato sempre poca pulizia negli hotel (o appartamenti).
    A prescindere dall’upgrade, l’hotel sembra davvero bello: moderno e pulito!
    Con Booking si trovano davvero delle ottime offerte. Terrò in considerazione questo albergo la prossima volta che faccio un salto a Londra.
    Grazie e un bacione! :*

    Liked by 1 persona

    1. Eh sì purtroppo la scarsa pulizia è un problema molto diffuso. Quello che mi fa più schifo poi sono le zone della colazione, dove mi è capitato più volte di trovare piatti e posate non lavate per bene. Meglio non pensarci!
      Grazie per essere passata!

      Liked by 1 persona

  5. Mitica!!
    Mi segno pure questo. Dormire a Londra può davvero diventare un’esperienza da incubo: ci sono stata un’infinità di volte, ed altrettante ho cambiato sistemazione, perché in nessuna di quelle ritornerei 😛
    Salvo solo il Melia di St James Park, ma è un hotel a 5 stelle e avevo trovato una super offerta: non potrei mai permettermelo a prezzo pieno 😛

    Liked by 1 persona

  6. Articolo utilissimo, Silvia, perché spesso mi viene voglia di andare a Londra così, per un weekend, e poi mi scoraggio perché penso ai prezzi degli hotel… quello che consigli mi sembra davvero una bella soluzione e, a questo punto, voglio provarlo… anche per esplorare una zona che non frequento quasi mai ma che, dalle tue parole, mi sembra comoda e carina. Grazie della dritta!

    Liked by 1 persona

  7. Ottimi consigli.io preferisco alloggiare direttamente in famiglie ospitanti..I B&B familiari…per vivere ancora una volta la vita della gente del posto.ho iniziato così sin da quando ho vissuto là da teenager..adesso non riesco a staccarmi e fare diversamente. 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...