Come fare a noleggiare una macchina: consigli per evitare brutte sorprese

Qualche mese fa un amico mi ha raccontato delle sue prossime vacanze: un on the road negli Stati Uniti, che porterà lui e altre tre persone da Chicago a Los Angeles, lungo la Route 66. Un’altra coppia di amici, più o meno nello stesso periodo, intraprenderà lo stesso viaggio, ma in direzione opposta.
Così, in pochi giorni, mi sono ritrovata a rispondere alle stesse domande: come compilare il modulo ESTA, dove fermarsi, cosa vedere.

Ruta 66, Route 66. by Vvillamon, on Flickr

La domanda più frequente riguardava però il noleggio dell’auto. Innanzitutto: serve o no la patente internazionale? La risposta non è complicata come potrebbe sembrare a prima vista: non ce n’è bisogno se si viaggia in Europa, in Turchia e in Algeria, dove è sufficiente il documento di guida italiano. Per i miei amici che sono partiti per gli Stati Uniti, la questione è leggermente meno lineare perché dipende dagli stati che si intende visitare: il Ministero dei Trasporti ha messo a disposizione un elenco degli stati nei quali non servono altri documenti oltre alla patente italiana.

car rental sign.png

Risolta la questione patente, si pone il problema della macchina. Cosa cercare ma soprattutto, dove cercare? Il noleggio di un’auto incide non poco sul budget di un viaggio, per cui è importante trovare una compagnia che offra una tariffa conveniente. È altrettanto importante avere la certezza di una macchina nuova e sicura: nessuno vuole trovarsi nel punto più isolato delle Highlands scozzesi con una vecchia Ford fumante. Come orientarsi tra le offerte delle varie compagnie? L’approccio è lo stesso che adotto quando devo prenotare un hotel: se non ho già in mente una struttura ben precisa, cerco su Trivago. In base alle offerte più interessanti, faccio qualche approfondimento sulle strutture che mi piacciono di più, e poi scelgo il finalista. Per il noleggio auto, fino a qualche tempo fa, calcolavo un preventivo sui siti di ognuna delle compagnie più note, confrontavo le tariffe e le tipologie di servizi offerti, prendevo appunti, e alla fine cercavo di scegliere quella che offriva il miglior rapporto qualità-prezzo. Di recente ho scoperto l’esistenza di un motore di ricerca che fa questo lavoro di confronto e comparazione da solo, in pochi secondi. Si tratta di EasyTerra, un sito web indipendente che confronta tariffe di compagnie di autonoleggio, permettendo di trovare l’offerta migliore.

easy-terra

Mettiamo per esempio di voler noleggiare una piccola utilitaria all’aeroporto di Dublino per un totale di sei giorni. In pochi secondi EasyTerra elencherà i risultati trovati, partendo dall’opzione più economica, con l’indicazione della tariffa e della compagnia di noleggio. A questo punto è possibile scegliere la tipologia di auto (mini, compatta, media…): se si viaggia in due, il modello base sarà più che sufficiente, mentre un gruppo più numeroso dovrà orientarsi verso un modello più spazioso, soprattutto per riuscire a sistemare comodamente le valigie nel baule. È importante scegliere un modello con chilometraggio illimitato, in modo da non essere costretti a pagare un extra per ogni chilometro in più.

bmw_odometer by mommyknows { Kim Becker }, on Flickr

Un aspetto da non tralasciare è quello dell’assicurazione: attraverso EasyTerra è possibile selezionare le compagnie che offrono assicurazione antincendio e antifurto per non avere nessuna responsabilità economica nel caso in cui la macchina dovesse prendere fuoco o essere rubata. Essenziale assicurarsi anche che il contratto preveda la CDW (la Collision Damage Waiver, che esonera da ogni responsabilità finanziaria in caso di incidente). Da non tralasciare nemmeno l’aspetto della franchigia: normalmente, se si verifica un danno a un veicolo noleggiato, si dovrà pagare una percentuale che può avere un ammontare più o meno alto a seconda delle compagnie di noleggio e dei tipi di contratto. EasyTerra semplifica questo problema grazie all’opzione di annullamento o rimborso della franchigia: nel primo caso, non si dovrà pagare nulla in caso di danni al veicolo, mentre nel secondo la cifra verrà rimborsata al cliente.

Spa 6 Hour 9/2014 mauled by a GT40 by adamnsinger, on Flickr

Una volta scelta la tipologia di auto e di servizi che desideriamo noleggiare (GPS, seggiolino per bambini, opzione secondo guidatore…) si procede alla prenotazione, che verrà effettuata direttamente tramite il sito di EasyTerra senza commissioni e con cancellazione gratuita fino a 48 ore prima della partenza. Si riceverà poi via email una conferma che sarà necessario stampare e presentare all’aeroporto di arrivo al desk della compagnia che si è scelta (Avis, Budget, Thrifty e via dicendo). A questo punto non resta altro che mettersi al volante, aprire la cartina e prepararsi a macinare chilometri. Sono queste le vacanze che amo di più: quelle in cui puoi scoprire un paese spostandoti da un angolo all’altro, raggiungendo destinazioni dove non sarebbe possibile arrivare con i treni o gli autobus.

Scozia 01.jpg

Ricordo ancora il mio primo fly & drive in Scozia anni fa, quando in valigia si doveva fare spazio per qualche cartina geografica, dove si segnavano con la biro rossa i nomi e gli indirizzi degli hotel e dei B&B. I navigatori satellitari erano ancora un lusso, e all’epoca il mio cellulare serviva per telefonare e per mandare i messaggi, ma certamente non per consultare le mappe online. Ho ancora in mente il momento in cui dal terminal dell’aeroporto ci siamo incamminati verso il parcheggio delle auto a noleggio per ritirare la Vauxhall che ci era stata assegnata: con le chiavi in una mano e il trolley nell’altra, con il vento che ci soffiava sulla faccia e si infilava attraverso i vestiti troppo leggeri per un’estate scozzese. Per non parlare poi dell’odore: un misto di cherosene, di salsedine, di pioggia e di torba, che una volta a bordo dell’utilitaria si è mescolato a quello tipico delle auto nuove e del riscaldamento. Il tempo di sistemare il sedile, di prendere confidenza con la leva del cambio e con la guida “al contrario” e via sull’autostrada, verso il Forth Bridge.

Scozia 02.jpg

10 pensieri riguardo “Come fare a noleggiare una macchina: consigli per evitare brutte sorprese

  1. Ciao Silvia come hai giustamente fatto notare nessuno degli aspetti che hai elencato va assolutamente sottovalutato. Comodo questo servizio di comparazione: come sai sono una MezziPubbliciTraveller però lo segno se dovessi noleggiare un’auto in occasione del mio prossimo viaggio! 😉
    Un abbraccio!

    Liked by 1 persona

  2. Mi hai fatto venire a mente il mio primo on the road in Portogallo. Un gruppo scherzo, una vacanza assurda, con le cartine al seguito e la voglia di libertà. Anche io la penso esattamente come te, sul fatto che queste siano le vacanze più belle..la libertà che ti offrono è impareggiabile.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...