Oggetti smarriti: quello che la gente dimentica negli alberghi

Vi è mai capitato di dimenticare qualcosa in una stanza d’albergo, rendendovene conto quando ormai era troppo tardi per tornare indietro? A me è successo anni fa in Scozia, con un cappellino antipioggia che si era rivelato utilissimo in quella vacanza. Quando ho realizzato di averlo lasciato nella camera del B&B, ero già comodamente seduta in aereo. Mi sono dovuta rassegnare a dirgli mentalmente addio e a non rivederlo mai più.

Capi di abbigliamento, ombrelli, profumi, fedi nuziali, documenti, chiavi, caricabatterie: questi gli oggetti che più comunemente vengono abbandonati nelle camere degli hotel. Cose normali e banali, ma non sempre. Ci sono stati dei casi in cui gli addetti alle pulizie si sono trovati tra le mani, o meglio, tra un asciugamano da cambiare e un cestino della spazzatura da svuotare, degli oggetti a dir poco insoliti.

giphy-9

Si trattava forse di studenti di una scuola per parrucchieri che avevano partecipato a un corso di aggiornamento, o di una persona che voleva cambiare il suo aspetto per non essere riconosciuta? Il responsabile dell’albergo dove sono stati ritrovati ben ventisei tubetti di crema colorante per capelli non lo ha mai scoperto: sa solo che nel bagno di un’unica stanza, dopo il check-out degli ospiti che vi avevano trascorso la notte, è stato dimenticato un numero insolitamente alto di confezioni di tinta per parrucchieri, in colori diversi.

giphy-10

Sicuramente più inquietante è stata la scoperta nel cassetto di un comodino in un altro albergo di una Bibbia. Niente di strano, in teoria, perché fino a qualche anno la Bibbia nelle camere degli hotel americani era la norma. La cosa curiosa è che questa nascondeva tra le pagine centinaia di foto di gatti. Vivi, per fortuna, ma in ogni caso non si può fare a meno di pensare a quale strano personaggio abbia alloggiato in quella stanza.

Tra le stranezze, non mancano le parti del corpo. Non mi riferisco a mani amputate nascoste sotto il letto o teste mozzate abbandonate nel mini bar, che volendo sarebbe ancora comprensibile dal punto di vista di un serial killer, ma a protesi in silicone. Forse la proprietaria era stata in una clinica vicina per un’operazione di sostituzione e, dopo la rimozione, aveva chiesto di portarle a casa come ricordo? Impossibile saperlo, così come è impossibile sapere come abbiano fatto gli occupanti della stanza di un hotel differente a dimenticare un’urna funeraria. Vuota, penserete, ma purtroppo vi sbagliate: al suo interno c’erano ancora le ceneri del (forse non troppo) caro estinto che i parenti avevano dimenticato di spargere in mare.

Perdiamo le cose alle quali non teniamo, o gli oggetti di poco valore, no? Di solito è così, ma non sempre. C’è per esempio chi ha lasciato in albergo cose preziose. Non la collana che ci ha regalato la nonna per la Prima Comunione o l’anello di fidanzamento, ma qualcosa di più costoso. È successo a un ospite distratto di un albergo di lusso della California, che è partito senza la sua Aston Martin, mentre un altro si è scordato di portare via una Gibson vintage. Di un valore mica da ridere è anche la copia dell’abito da sposa di Kate Middleton, che una donna ha lasciato nell’armadio della stanza in cui aveva trascorso la notte. A quanto pare non si trattava di una copia made in China comprata al mercato, ma di una replica di pregevole fattura. Forse il matrimonio è stato annullato e la sposa, abbandonata prima ancora di arrivare all’altare, ha preferito lasciarsi la brutta esperienza alle spalle, abito compreso.

giphy-11

Nella lista degli sbadati non mancano i criminali, o gli aspiranti tali. Un direttore d’albergo si è visto consegnare, nella cassetta degli oggetti smarriti, un revolver carico e perfettamente funzionante che per fortuna non aveva lasciato scie di sangue né cadaveri crivellati di colpi nella stanza. Forse apparteneva a un sicario costretto a scappare in fretta e furia, o a un rapinatore di banche che ha dovuto cancellare i suoi piani. Magari era un complice dell’ospite che ha dimenticato in camera un centinaio di maschere di plastica decorate con la Union Jack. Aveva in mente di realizzare un colpo in versione British della Casa di Carta? Chissà.

giphy-12

Vi è mai capitato di dimenticare qualcosa in un albergo? O, peggio ancora, avete mai trovato oggetti insoliti dimenticati dall’ospite precedente?

Cover photo by Aileino on Pixabay

39 pensieri riguardo “Oggetti smarriti: quello che la gente dimentica negli alberghi

  1. È il mio incubo, prima di andare via ripasso in rassegna TUTTO, anche cassetti e ante che praticamente non avevo neanche notato all’arrivo (non si sa mai, se di notte in un attacco di sonnambulismo io abbia riposto le mie cose nel comò). I tubetti di colore mi hanno fatto pensare sì al serial killer, oppure a qualche fuggitivo che cambia la propria identità radendosi o tingendosi come si vede nei film. Invece le protesi abbandonate potrebbero far gridare al miracolo! Forse era un hotel di Lourdes o Fatima? 😛 Io comunque una volta in Germania dimenticai un vassoio di sfogliatelle prese all’andata nell’aeroporto di Napoli, chissà cosa deve aver pensato il personale… “italienisch spreconen” 😀

    Piace a 1 persona

  2. Non ho mai trovato nulla, ma lasciato sicuramente si. Immagino tutti gli abiti dimenticati che fine abbiano fatto. Però, appena entro in una camera, controllo subito tutti i cassetti, non si sa mai, magari trovo qualche cosa di valore!

    Piace a 1 persona

  3. Altro articolo molto interessante e curioso, brava Silvia!
    Io sono molto scrupolosa e prima di lasciare la stanza di un hotel, controllo non una, non due, ma ben tre volte e così, fino ad oggi, non ho mai dimenticato nulla.
    Incredibili alcuni oggetti che hai elencato: tra le protesi in silicone e l’urna non so quale sia la peggiore !!! Per non parlare poi del costoso abito da sposa… ma come avrà fatto a dimenticarlo?!

    Piace a 1 persona

  4. No, vabbé dimenticare l’abito da sposa o la macchina è una vera follia! Anche la pistola direi che non è male ma forse in quel caso il proprietario è dovuto fuggire all’improvviso! Io dimentico sempre un sacco di cose negli hotel: libri, trucchi e soprattutto… scarpe!

    Piace a 1 persona

  5. Devo confessare che dimenticare qualcosa negli hotel è sempre una delle mie preoccupazioni quando viaggio, per cui prima di lasciare la camera la ispeziono per bene due o tre volte per essere sicura. In effetti fino ad ora la cosa ha funzionato e non ho mai dimenticato nulla!

    Piace a 1 persona

  6. Mio marito ha un albergo e non puoi immaginare che cosa viene ritrovato nelle stanze… l’ultima?? Un vibratore di ultima generazione con tanto di swarosky sulla punta :|. Io per fortuna ho l’abitudine di guardare ovunque una volta messe le valigie fuori la stanza e raramente dimentico qualcosa.

    Piace a 1 persona

  7. Hahahhaa, fortissimo questo articolo! 😀 Proprio per evitare di dimenticare cose, io di solito preparo la borsa la sera prima, e faccio una lista delle cose da aggiungere la mattina. Lista che pero’, a volte, non consulto. E allora ciao ciao al pigiama. O al filo del telefono. Le ciabatte…. va beh, dai. niente che non si possa ricomprare … o compromettente! 😀

    Piace a 1 persona

  8. Difficilmente dimentico qualcosa, sono ossessiva compulsiva nel controllo cassetti e armadi prima di partire. Ma anche a me è successo di dimenticare una cosa: le fedi nuziali! Mi sono sposata ad Antigua ed ho fatto uno stop over di un paio di notti a Miami prima di raggiungere l’isola. Per evitare problemi, ho messo le fedi in cassaforte, per poi dimenticarle in fase di check out. Fortunatamente l’hotel mi ha chiamato mentre ero in taxi verso l’aeroporto e sono riuscita a recuperarle!

    "Mi piace"

  9. Mai dimenticato niente di niente per anni, perchè prima di partire controllo la stanza minimo due volte…. e vado a lasciare il cellulare di scorta nella casa di New York!! Me lo hanno subito rispedito, ma ancora non è arrivato e a questo punto l’ho dato per perso.

    Piace a 1 persona

  10. Io prima di abbandonare una stanza la ispeziono due volte, la faccio ispezionare al mio compagno e poi la riguardo io.
    È il mio terrore.
    Ho anche lavorato come receptionist per un paio d’anni e ne ho viste di tutti i colori!

    Piace a 1 persona

  11. A me non è mai capitato, né di dimenticare qualcosa e né di trovare oggetti lasciati dagli ospiti precedenti. Però una volta in Giappone ho dovuto lasciare io di proposito qualcosa che avevo comprato per emergenza e non ho potuto riportarmela indietro perché troppo ingombrante per il volo.

    Piace a 1 persona

  12. Personalmente non mi è mai capitato ma avendo lavorato in un albergo, ne ho viste di cose strane! Alcuni richiamano la reception per farsi spedire l’oggetto smarrito, abbiamo inviato anelli di fidanzamento, macchine fotografiche, sciarpe, documenti sensibili e una volta anche un dildo!

    Piace a 1 persona

    1. Eh immagino! Invece un paio di anni fa nell’albergo in cui sono stata a Brooklyn c’era la possibilità di lasciare di proposito degli oggetti che non volevi riportare a casa, che sarebbero stati donati a una charity locale. Noi abbiamo lasciato una felpa e un paio di jeans che non usavamo più. Ottimo per chi parte con l’idea di fare shopping, e soprattutto per dare una seconda vita ai vestiti che non mettiamo più ma che magari possono essere utili ad altre persone.

      Piace a 1 persona

  13. Dopo tanti viaggi è inevitabile aver dimenticato qualcosa, sono sempre abbastanza attenta ma ricordo ad esempio una collana lasciata in un hotel a Città del Messico, prima tappa del viaggio, mi ero arrabbiata da matti con me stessa ma ero riuscita a recuperarla alla fine del viaggio! Pazzesco comunque tutto ciò che è stato dimenticato, ma l’abito da sposa??? Simpatico articolo e soprattutto geniale come idea

    Piace a 1 persona

  14. A me purtroppo è capitato di lasciare la collanina di una parure di Morellato in albergo…ora mi sono rimasti solo gli orecchini putroppo! Da quella volta controllo bene i cassetti ma soprattutto le cose a cui tengo di più le lascio a casa!

    Piace a 1 persona

  15. Durante il mio ultimo viaggio a Copenhagen ho lasciato sul davanzale di una delle finestre, coperte da doppia tenda, la pelliccia staccabile del cappuccio del mio parka. L’avevo messa ad asciugare dopo una giornata di violenta pioggia e l’ho dimenticata completamente. Ero già in aereo quando ho avuto un flash. Non che sia stata una grande perdita ma non posso fare a meno di pensare alla faccia di chi l’ha trovata. E vista la politica sulla pulizia dell’hotel, dubito l’abbia trovata una delle donne delle pulizie ^_^

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.