Dún Laoghaire e Howth: gite fuori porta da Dublino

È una domenica di fine luglio, con temperature insolitamente alte e un sole che abbaglia. A Dublino molti negozi sono ancora chiusi per via delle restrizioni anti Covid, e di gente in giro non ce n’è molta. Lo ammetto: la città mi sembra un po’ triste e non ho voglia di trascorrere una giornata così bella vagando tra strade semi deserte e vetrine con le saracinesche abbassate. E poi è il primo viaggio all’estero dopo tanto tempo e voglio sfruttare al massimo la mia permanenza in Irlanda.

Così decidiamo di fare come i Dubliners e trascorrere la domenica al mare, vedendo almeno un paio di villaggi costieri. Non abbiamo le idee molto chiare, per cui andiamo alla stazione dei treni, con l’idea di scegliere la meta in base ai tempi di percorrenza. 

Da Dublino a Dún Laoghaire

La stazione ferroviaria di Tara Street è in pieno centro e raggiungibile a piedi con una passeggiata di un quarto d’ora dal nostro albergo a Temple Bar. Da qui partono i treni della DART, il servizio ferroviario che collega il centro della città ai paesi lungo la costa. Arrivati in stazione, basterà decidere se andare a sud o a nord: nel nostro caso la scelta è determinata dal fatto che il primo treno in partenza è diretto a sud, per cui con tre euro compriamo il biglietto e partiamo alla volta di Dún Laoghaire.

Raggiungiamo la nostra destinazione in meno di venticinque minuti, e dalla stazione arriviamo in centro a piedi. Dún Laoghaire è una cittadina costiera dove trascorrere un paio di ore passeggiando lungo l’East Pier e, da qui, raggiungere la vicina Sandycove. La domenica vale la pena di fermarsi a People’s Park, dove si svolge il mercato settimanale. Una ventina di bancarelle che vendono pane, formaggio, dolci, frutta e verdura e da cui rifornirsi per una seconda colazione all’ombra degli alberi del parco.

Da Dún Laoghaire a Howth

Dal porto di Dún Laoghaire, il traghetto della Dublin Bay Cruises parte ogni giorno alle 12.30 in direzione Howth, a nord di Dublino. I biglietti possono essere acquistati direttamente al molo, a un costo di venticinque euro a testa: non proprio economici, ma il viaggio di un’ora vale il prezzo. Durante la navigazione, in una giornata limpida si possono vedere l’isola di Dalkey e quella di Lambay, il promontorio di Howth e i fari di Baily e di Kish.

Howth non è grandissima ma è la meta ideale sia per chi vuole riposarsi passeggiando tra gli stand del mercato, sia per chi vuole dedicarsi al trekking. Ma soprattutto è il posto perfetto per chi arriva al villaggio all’ora di pranzo e vuole assaggiare i piatti di uno dei tanti ristoranti. Qui c’è l’imbarazzo della scelta: i locali sono tantissimi, da un’estremità all’altra del molo. Scegliamo Beshoffs Seagrill, uno dei più antichi della città. Qui, oltre a pranzare all’aperto con vista sul mare, è possibile comprare pesce fresco dai banchi del negozio.

Da Howth a Dublino

Da Howth rientriamo a Dublino con la DART, prendendo il primo treno diretto a sud. In meno di mezz’ora siamo di nuovo alla stazione di Tara Street e, da qui, dopo una breve passeggiata ci ritroviamo tra le vie del quartiere di Temple Bar. Rispetto all’ultima volta che sono stata a Dublino, anni fa, è molto diversa perché ricordo che allora era quasi impossibile muoversi senza urtare altra gente. Sicuramente è meglio così, con poche persone, ma allo stesso tempo è un po’ surreale.

Ma è l’ultima sera in città, per cui non c’è tempo per i pensieri negativi. La cosa migliora da fare è fermarsi in uno dei tanti bar del quartiere, ordinare una pinta di stout e brindare a Dublino. Sláinte, Baile Átha Cliath!

28 pensieri riguardo “Dún Laoghaire e Howth: gite fuori porta da Dublino

  1. Dublino rimane nei miei desideri di viaggio. per una sfortunata serie di eventi le volte che avevo deciso di partire è sempre arrivato qualche imprevisto. Potrebbe essere davvero una bella meta e mi piacerebbe fare come te, prendere un treno e scoprire le località della costa senza una meta precisa

    "Mi piace"

  2. Insomma la domenica perfetta: sole, poca folla, buon cibo, passeggiata tra i mercati e il bonus dell’uscita in traghetto! La vista dei fari e dei moli dal mare dev’essere stata incantevole. Bellissima veramente l’idea di spostarsi in questo modo, ho visto che la stazione ferroviaria a Howt a momenti è quasi sul molo. Che belle le costruzioni in pietra lungo il Pier!
    E poi giustissima conclusione quella di brindare a Dublino. Ma è un arrivederci, giusto? 😉

    "Mi piace"

  3. Ho dei bellissimi ricordi del mio viaggio in Irlanda (di parecchi anni fa). Tuttavia Dublino non mi ha lasciato particolari emozioni, quello che mi è rimasto impresso è invece legato ai paesaggi verdi dell’interno ed ai graziosi villaggi della costa. Non sono stata però nè a Dún Laoghaire né a Howt…

    Piace a 1 persona

  4. Che ricordi Howt! Anche per me è stata una gita fuori porta quando ero di base a Dublino. Un pesce fresco come quello che mangia lì, non lo mangio neanche ora che vivo in Liguria direttamente sul mare. Quella zuppa di pesce resterà per sempre nei miei ricordi!

    Piace a 1 persona

  5. Io Howth la adoro ! Ho attraversato il trekking più volte con tutte le temperature possibili : caldo , freddo sotto il temporale … e una volta mentre camminavo sono anche finita nei campi da golf che sono proprio lì , lungo il percorso .

    Piace a 1 persona

  6. Sono stata a Dublino ai tempi del liceo, tantissimi anni fa e quindi ne ho un ricordo bellissimo ma molto sbiadito (sono passati più di 35 anni e ci sta…). Mi piace molto l’idea di girare nei dintorni delle grandi città, si scoprono spesso grandi tesori di piccole dimensioni. Dublino mi chiama da tempo per un ritorno.

    "Mi piace"

  7. Vedere città gremite di turisti in tempi normali trasformarsi completamente senza la gente per strada non è sempre un male. Si può godere di tutto con calma, con i propri tempi e donare attenzione a dettagli che, con la calca, potrebbero sfuggire.
    Sicuramente vedremo Dublino così ancora per un po’. Noi abbiamo deciso di andare all’inizio dell’anno prossimo quindi mi segno Dun Laoghair e il batello per Howt!

    Piace a 1 persona

  8. Avevo pensato di fare un giro a Dublino tra giugno e luglio ma ricordo che c’era ancora la quarantena obbligatoria quindi ho desistito. Mi sembra però che non basti un viaggio per vedere la capitale dell’Irlanda ma che i dintorni siano altrettanto allettanti!

    Piace a 1 persona

  9. Sono stata a Dublino anni fa, durante un giro on the road in Irlanda, ma non avevo visitato i dintorni, che sembrano facili da raggiungere e anche belli e piacevoli, per una domenica d’estate, incredibilmente soleggiata poi, roba rara da quelle parti! 🙂 E mangiare sul mare, con tutto il ben di dio che pescano da quelle parti, immagino sia un’altra esperienza molto appagante! 🙂

    Piace a 1 persona

  10. Le gite improvvisate sono quelle che preferisco. Bella l’idea di farsi ispirare dai tempi di percorrenza del treno! E poi devo dire che i paesini di mare sono piacevoli ovunque, dal Mediterraneo al Mare del Nord, all’Atlantico… C’è sempre quell’atmosfera intima e semplice che mi piace molto!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.